le gite fuori porta lyrics – amari

faccio il bullo in stazione
mentre mangio una banana,
una donna piange,
forse piango anche anche io

ma se lo faccio è per il freddo,
evito ilsuo sguardo,
sul binario tutti amici,
si guardano in giro,
cercano uncolpevole.

in fondo ti avevo avvert*to,
dicevi che sarebbe andato tutto bene.

perché io odio le gite fuori porta,
io vengo da te per litigare,
perché io odio le gite fuori porta,
io vengo da te per litigare (are-are)

d’un tratto suona un’orchestra di cerniere lampo, siamo arrivati;
questa gita mi spedisce a casa come uno straccio umido e avvilito,
mi chiedo a cos’è servito,
stando qui in vetrina, noi non ci conoscermeo mai,
l’unica cosa che facciamo è ricordarci che saremo sempre estranei,
scegliere quale letto o sceglier se dormirci dentro.

in fondo ti avevo avvert*to,
dicevi che sarebbe andato tutto bene.

perché io odio le gite fuori porta,
io vengo da te per litigare,
perché io odio le gite fuori porta,
io vengo da te per litigare (are-are)

/ amari lyrics