pro aeterna paganitate lyrics – viking

lui voleva, lui ha detto e ha costruito
la sua voce giace con il suo corpo
ma le sue parole
resteranno immortali
se io le difenderò

il timore degli dei
egli ha innalzato dal terreno
il rispetto e la grandezza
sono solidi come le colonne di quel tempio
che esprime la sua fedeltà
e l’orgoglio di essere vissuti

ma ora la sua luce si sta forse oscurando?
qualcuno sta estinguendo la sua calda fiamma?
è ora di prendere le armi
pro aeterna paganitate

ritornai alla porta del tempio
per sentire il suo respiro strozzato
da una mano né umana né divina
per cui la vita è solo un breve viaggio
senza meta e senza scopo
fatta solo per morire

radunerò i miei soldati
e ti riporterò in vita
sarò forte come la roccia del tuo sito
e cemento della tua tradizione

e noi aquile voleremo verso il sole
uccideremo le serpi dell’oscurità
sul terreno né umano né divino
sulla terra della nostra infermità

/ viking lyrics